Versão em português 中文版本 日本語版
Polish version La version française Versione italiana
Русская версия English version Deutsch Version

Articoli su Kobryn: Tragedia dei villaggi distretto di Kobryn

Vissuto nel villaggio di Recyca   

Nella lista triste dei villaggi bruciati, come Khatyn, c'è il nostro villaggio di Recyca. Il 5 settembre 1942 il team tedesco di rappresaglia bruciò in esso 45 iarde, lo sparo o bruciò 64 i suoi abitanti. Valentina Dmitriyevna Chernik e Vera Ivanovna Kivako durante guerra sono vissute nel villaggio di Recyca e ricordi com'è successo.

"Il villaggio di Recyca generalmente è consistito di fattorie. La casa del mio padre, - Valentina Dmitriyevna ricorda, - è stato al bosco sull'orlo del villaggio. Il centro del villaggio è stato popolato più densamente. Nell'estate del 1942 nei vicini del mattino venne funzionandoci e riferì che al villaggio là arrivò tedeschi. Tutto il pensiero che porteranno via la gioventù alla Germania. Nella nostra famiglia di bambini c'è stato molto, le sorelle maggiori rapidamente si sono riunite e sono andate al bosco. Dietro la nostra casa, già nel bosco c'è stata una proprietà della guardia forestale. A me la figlia della guardia forestale Len è venuta e ha consigliato di scendere al villaggio, guardare tedeschi. Ho stato d'accordo, e siamo andati al centro del villaggio, è venuto a conoscenti. A me è stato irrequieto, ho cominciato a parlare Len che siamo andati a casa, ma questo si è rifiutato. Detto che vuole guardare come là lascerà tedeschi.

Allora sono prenotato, gli orti, ha cominciato a partire per avvicinarsi la casa d'altra parte. Il bosco ebbe la casa di qualcuno, fu già circondato da tedeschi. Avendomi visto, chiudono serrature, li ho sentiti: "Si fermi!" e molto ha funzionato a casa. Ha funzionato su, mi nascondo, guardo fuori se la nostra casa ha tedeschi. Vedo solo il padre con la sorella più giovane su mani che aspettano il mio ritorno. Siamo partiti subito. Nascosto tra una palude, nel loznyak circondato da una palude quasi impraticabile fino alla sera. Non ricordo spari, o un fumo o gridi dal villaggio bruciato, tutto è stato come in nebbia. Deciso per ritornare. È venuto alla strada, e su esso dal villaggio che la donna fa. È stata la moglie della guardia forestale. Passa forte l'ha abbracciata i morti si sono bruciati Lena, la mia ragazza che non ha voluto lasciare il villaggio di mattina. Il mio padre e la guardia forestale, tutti che sono restati da vivere sono andati per seppellire resti della gente bruciata. Abbiamo capito che saremo uccisi anche e la casa sarà bruciata. Il padre ha posato proprietà, si metta il carro di bambini più giovani, e siamo andati a Podlesye, per Bukhovichami. Là è vissuto i nostri parenti, ci lasciano in una capanna".

Vera Ivanovna Kivako in agosto 1942 ebbe 12 anni. Adesso vive nel villaggio di Strigovo, le biografie lo sono date appena.

"Successe di mattina dell'inizio di settembre il 1942. La nostra casa è stata al bordo della strada. Anzi l'auto tedesca si è fermata. Il tedesco è andato dell'auto e ha cominciato a parlare con il padre che ha sfruttato un cavallo, essendo andante per entrare nel campo per arare. Il tedesco esigentemente ha sventolato con una mano che il padre ha lasciato. Per il padre la nonna e il fratello del padre sono partiti. Sono uscito a causa di un barile con acqua dietro cui nascosto, avendo visto l'auto, e ha funzionato a vicini. Quelli già fatti fretta nel bosco. Ho restituito questo con madre anche per partire. Più giovane ancora ha dormito, abbiamo pensato che i tedeschi sono arrivati dietro gioventù, e la madre è rimasta. Ho avuto 12 anni, ma sono stato grasso, ha guardato è più più anziano che gli anni e ha avuto paura, siccome sarò portato via. Ho detto alla madre che lo stesso correrò e mi nasconderò. Durante il haymaking al bosco la scatola dove di solito anche ci siamo nascosti è stata fatta. Ma questa volta raggiunsi vicini e feci con loro su lontano la fattoria. Sulla fattoria ci siamo seduti fino a un pranzo, dal villaggio niente è stato sentito. Il vicino ha consigliato di portarmi alla strada che ho governato a casa e ho scoperto su tutto. Mi sono rifiutato. La sua figlia più anziana Lena e Valya dalla fattoria sono corse al villaggio. Non ha passato anche l'ora come dal villaggio a cui i giri automatici hanno cominciato a raggiungere. Valya spaventata è venuta correndo e ha detto che con Lena si hanno avvicinato il villaggio e hanno visto nove auto tedesche.

Essendo irrotto in tre gruppi, il chasteners ha circondato il villaggio. Valya ha voluto ritornare, ma Lena è restata da guardare, quello che sarà più lontano. Valya è fuggita. Siccome allora è diventato chiaro, a un riepilogo tedeschi hanno notato Lena e hanno ucciso. Sopra il villaggio abbiamo visto club di un fumo nero e abbiamo capito che lui la nostra ustione di case. Prima della sera il fumo dissipò, e ci azzardammo ad andare al villaggio. Quando avvicinato, ha visto un quadro terribile: le case hanno bruciato, l'odore fetido raggiunto. Non è stato nessuno da qualche parte. Il sole si è seduto, le vacche sono andate a casa. Sono stati guidati da mio fratello. Dietro esso il mio padre, suo fratello e la nonna sono andati su un rifornimento. Oscurato, abbiamo affaticato vacche in zagorod. Di mattina tutti hanno imparato. Di sera il politsa passato nel villaggio di Plashchina e uno di loro segretamente disse alla donna familiare che si bruciò il villaggio di Recyca e la gente - in un capanno, estremo dal bosco. A quella donna in Recyca là è vissuto il padre e i fratelli. All'alba venne correndo a resti della gente bruciata e gemè sopra loro. Tutti che hanno sopravvissuto si hanno avvicinato un capanno e hanno visto quello che è rimasto dalla gente giù bruciata. Il mio padre mandato in tutta fretta a un capanno, ha fatto un passo una gamba in ceneri, e da sangue là scarlatto ha sparso una corrente. Il padre in qualche modo strano ha receduto indietro e è svenuto. Avendolo visto, terribilmente ho pianto e mi sono precipitato a esso. Ha aperto occhi, mi ha abbracciato, e da un petto il gemito pesante è fuggito. Sobbings l'ha scosso. La gente portata da fattorie di una pala, ha cominciato a scavare un su tutto una tomba di massa. Nessuno ha saputo che in questo tempo i chasteners creano l'azione sporca di nuovo – una treccia e uccidono abitanti del villaggio di Kamenka.

Nadezhda Savchenko

Savchenko, N. Zhili nel villaggio di Savchenko Recyca / Hope//Kobrynsk_ vesn_k. – Il 2011. - 3 snezhnya. – La pagina 8.
Nella lista triste dei villaggi bruciati c'è anche un villaggio di Recyca …

Commenti